3EffeELETTRA s.a.s.

Verifiche Apparecchiature Elettromedicali e Progettazione Impianti Elettrici per Studi Dentistici, Poliambulatori, Oculistici e Veterinari

Chi siamo 

UNA SOCIETA’ DI PROFESSIONISTI OPERANTE NEL CAMPO DELLA PROGETTAZIONE, VERIFICA DEGLI IMPIANTI ELETTRICI E STRUMENTI ELETTROMEDICALI IN AMBIENTI MEDICI

Che tipo di servizio offriamo

VERIFICHE DI SICUREZZA IMPIANTI ELETTRICI /STRUMENTI ELETTROMEDICALI IN OTTEMPERANZA AL D.Lgs 81/08
PROGETTAZIONE IMPIANTI ELETTRICI (DM 37/08) IN AMBIENTI ORDINARI E MEDICI DI GRUPPO1 E GRUPPO2

Che cosa garantiamo 

  • ESPERIENZA DECENNALE NEL SETTORE SPECIFICO
  • COMPETENZA
  • PROFESSIONALITA’ CONSOLIDATA DA ATTESTATI/CORSI FORMATIVI
  • AGGIORNAMENTO PERMANENTE NORMATIVA CEI IN CAMPO ELETTRICO/ELETTROMEDICALE
  • STRUMENTAZIONE PROFESSIONALE PER VERIFICHE IMPIANTI ELETTRICI ED ELETTROMEDICALI            
  • PREZZO COMPETITIVO
+1

Anni di attività

+1

Studi seguiti

+1

Apparecchiature certificate

CHE COSA È UNO STRUMENTO ELETTROMEDICALE? DALLA NORMA IEC 60601-1 (3°ed. CEI 62-5 Par.3.63)

Apparecchio elettrico dotato di una parte applicata al Paziente o che trasferisce energia verso il/o dal paziente, o che rileva tale trasferimento di energia verso il/o dal paziente e che è dotato di non più di una connessione ad una particolare alimentazione di rete e previsto dal suo fabbricante per essere impiegato:

⦁ nella diagnosi, trattamento o monitoraggi di un paziente
⦁ per compensare, lenire il disagio, le lesioni o le menomazioni

NORMATIVA APPLICABILE NEL CONTROLLO DEGLI ELETTROMEDICALI (CEI EN 62353)

La presente Norma si riferisce alle procedure di prova da applicare ad apparecchi o sistemi Elettromedicali, o loro parti, prima della messa in servizio in occasione delle Verifiche periodiche per la valutazione della sicurezza degli stessi apparecchi sistemi o loro parti, o a seguito di interventi di riparazione

QUANDO EFFETTUARE LE VERIFICHE DEGLI ELETTROMEDICALI

L’obbligo di far eseguire la verifica di sicurezza delle apparecchiature elettromedicali, ricade sul Direttore sanitario e in ultima analisi sul Datore di lavoro. La periodicità delle verifiche è stabilita innanzitutto dal costruttore dell’apparecchio. I principali riferimenti normativi sono il D.Lgs. 81/08 dall’art. 80 all’art. 87 (testo unico sulla sicurezza sul lavoro), il quale fa riferimento alle norme CEI  specifiche del settore, in particolare le norme CEI 62-5.
La periodicità specificata dalle norme varia da 1 a 3 anni a seconda dell’utilizzo della strumentazione. Per un utilizzo intenso si consiglia di farle annualmente mentre in tutti gli altri casi è consigliato una periodicità biennale.

COME DISTINGUERE UN’APPARECCHIATURA ELETTROMEDICALE

Dai dati di targa di ogni Apparecchiatura Elettromedicale si distinguono le seguenti simbologie:
tipo B, BF e CF che devono essere riportati in vista sulla targa identificativa dell’apparecchio,

Gli apparecchi elettromedicali vengono suddivisi in:

Elettromedicali di tipo B: apparecchi aventi uno specifico grado di protezione contro i pericoli elettrici con particolare riguardo per le correnti di dispersione ammissibili e l’affidabilità del collegamento a terra (se esistente)

Elettromedicali di tipo BF: apparecchi di tipo B aventi una parte applicata di tipo F (isolati rispetto alla massa)

Elettromedicali di tipo CF: apparecchi aventi un grado di protezione contro i pericoli elettrici superiore a quello degli apparecchi di tipo BF e aventi una parte applicata di tipo F

Le apparecchiature elettromedicali vengono a contatto con il corpo umano superando le normali barriere fisiologiche, inoltre la mucosa della Bocca è particolarmente sensibile al passaggio di corrente elettrica quindi la corrente elettrica assume valori pericolosi anche a livelli considerevolmente più bassi di quelli previsti per le normali apparecchiature elettroniche a contatto della epidermide
I rischi di natura elettrica ai quali possono essere sottoposti i pazienti e gli operatori, in caso di contatti diretti e indiretti, sono: macroshock e microshock.
La verifica della sicurezza elettrica di tutte le apparecchiature elettromedicali risulta quindi importante non solo per gli utilizzatori ma anche e soprattutto per i pazienti. In funzione dell’intensità della corrente elettrica, gli effetti fisiopatologici provocati sull’uomo sono: Tetanizzazione, Arresto della respirazione, Fibrillazione ventricolare e Ustioni.
La sicurezza e la verifica delle apparecchiature elettromedicali è normata dalla più recente Norma la CEI EN 62353. Per garantire nel tempo il mantenimento delle condizioni di sicurezza delle apparecchiature occorre eseguire le verifiche di sicurezza elettrica con periodicità ben definite.

CHI PUÓ FARE LE VERIFICHE DI QUESTI APPARECCHI

La norma IEC 62353, dice che la valutazione della sicurezza dell’apparecchio Elettromedicale deve essere effettuata da personale che:

⦁ Abbia un’adeguata Strumentazione di Verifica validata per Elettromedicali e tarata periodicamente

⦁ Abbia seguito corsi di aggiornamento periodico sulle normative particolari che regolano le varie tipologie di apparecchi elettromedicali

⦁ Conosca la normativa che va ad applicare.

Chi sono i nostri clienti?

  • STUDI ODONTOIATRICI
  • POLIAMBULATORI
  • STUDI DI CHIRURGIA ESTETICA
  • STUDI OCULISTICI
  • AMBULATORI VETERINARI

I nostri clienti si trovano principalmente in Lombardia, nei comuni di Milano, Brescia, Como, Bergamo, Varese. Lodi, Pavia, Cremona, Lecco e Mantova. Abbiamo clienti anche in Piemonte (Torino e Novara), Emilia Romagna (Piacenza e Parma)  e Veneto (Verona, Padova e Vicenza). Siamo disponibili a trasferte in tutta Italia.

Menu